Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Nardini, Caimi & Piccinni | GALEAZZO

Mostra fotografica a cura di Michele Corleone e Valentina Piccinni

Mercoledì 5 aprile 2017, alle ore 19, INTERZONE GALLERIA inaugura la mostra fotografica Nardini, Caimi & Piccinni | GALEAZZO

GALEAZZO, una mostra a sei mani, un percorso alla scoperta di un artista fuori dagli schemi – Galeazzo Nardini –, attraverso un dialogo fatto di rimandi tra scatti e opere originali e lo sguardo autoriale di Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni, chiamati a immergersi nella casa/studio di Galeazzo, subito dopo la sua scomparsa.

Agli occhi dei due fotografi, la casa in cui Galeazzo ha custodito più di cinquant’anni la sua ricerca artistica, appare come un dedalo carico di risonanze, dove arte e vita si compenetrano, dove muoversi è come stare all’interno del mistero di un’esistenza che scorre ma che non si è conclusa. Le fotografie di Caimi e Piccinni si fondono in modo organico con il sorprendente materiale dell’artista toscano, in un unico panorama visivo, in un flusso ininterrotto di coscienze.

«Il materiale che abbiamo raccolto per la mostra – raccontano i fotografi – è stato cercato, scovato, toccato, annusato. È materiale stratificato di pensieri, di polvere, di momenti di vita personale e collettiva, materiale che si porta dentro la storia di una persona e del suo mondo». Fotografiche originali, sequenze di immagini di performance, peel-apart bianconero polaroid conservate con il loro negativo incrostato, fotocopie di fotografie manipolate, provini a contatto in bianconero, super8 stampati e poi arricchiti di interventi colorati, tantissimi provini a contatto, e oggetti e frammenti creano un itinerario a più voci, in cui presente e passato coesistono.

GALEAZZO è un originale primo approccio alla scoperta di un uomo e un artista che, dopo essere stato protagonista del panorama artistico internazionale, si è messo in sciopero per quarant’anni, continuando a produrre con ossessiva coerenza un impressionante corpo di opere.

Guarda il trailer

Galeazzo Nardini

Pescia, 25 febbraio 1938 – Massa e Cozzile, 30 marzo 2016

Inizia la sua produzione artistica a vent’anni. Ciclista, esperto di pietre preziose, pittore, performer, ha partecipato attivamente al panorama artistico internazionale dagli anni Settanta, collaborando con autori come Guglielmo Achille Cavellini, Giuseppe Chiari, Abraham David Christian, Eugenio Miccini, Mauro Rostagno, Sarenco, Ben Vautier e molti altri.

Nel ’73 si è autoesposto al Louvre, al Musée d’Art Moderne de la Ville de Paris (VIII Biennale) e al Museo degli Uffizi di Firenze. È stato un promotore artistico, fondatore della galleria Spazio Alternativa2 a Montecatini, dell’Università Utopica e organizzatore di convegni e performance tra cui l’importante Critica 1: l’arte da chi a chi, a cui parteciparono, tra gli altri, Jean-Christophe Ammann, Eugenio Battisti, Gillo Dorfles, Umberto Eco, Pierre Restany e Pier Luigi Tazzi.

In occasione del convegno si tenne la serata Supermegaiperdada, durante la quale Galeazzo, in performance, si fece operare in pubblico. Collaborò con la rivista satirica Il Male nella campagna anti censura per rimuovere le braghe dal Giudizio Universale di Michelangelo Buonarroti.

È stato l’inviato da Londra, insieme a Michael Pergolani, della trasmissione di Renzo Arbore, L’Altra Domenica. Dal 1976 Galeazzo inizia Arte Sciopero, opponendosi duramente per quarant’anni al disimpegno sociale e alla produzione commerciale dell’arte. Non ha mai smesso di realizzare opere sino al 2016.

Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni

Iniziano la loro collaborazione nel 2013, realizzando progetti focalizzati sulle grandi tematiche contemporanee: dalla guerra in Ucraina ai pellegrinaggi religiosi, dalla crisi migratoria a problematiche ambientali, dalla vita quotidiana nei quartieri malfamati di Napoli alla devastante infezione batterica che sta distruggendo gli uliveti in Puglia.

I loro reportage sono regolarmente pubblicati sui media nazionali e internazionali, tra cui Time, Le Monde, Der Spiegel, Sunday Times, Týždeň, Internazionale, L’Espresso, CNN, Al-Jazeera e molti altri. Parallelamente, seguono una fotografia più intima e personale. Hanno all’attivo tre libri: Daily Bread (T&G Publishing), Same Tense e Forcella (Witty Kiwi Books).

I loro lavori sono stati esibiti in diversi paesi e hanno ricevuto molteplici riconoscimenti, fra cui il recente miglior documentario fotografico in bianco e nero ai Gomma Grants (UK) per il lavoro This Land is my Land.

INTERZONE GALLERIA

Via Avellino, 5 · I-00186 Roma

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.